lunedì 27 maggio 2013

Jang Geum: una donna contro tutti



Quando ho iniziato a ricercare del materiale per scrivere il post introduttivo della categoria "cultura dell'intrattenimento", riguardante il Korean Hallyu, mi ha colpita favorevolmente una serie televisiva del 2003 ambientata nel 1400-1500 dell'epoca Choson/Joseon. Il drama in questione verteva sulla vita di un medico donna vissuta in Corea, di nome Jang Geum,  tralasciando la veridicità o meno della vicenda, ho ritrovato nella trama i frammenti di quella storia che mi sta appassionando tanto. Leggendo degli intrighi di corte che hanno afflitto la vita della protagonista, mi ritornavano alla mente i conflitti sanguinari che hanno contraddistinto la dinastia Joseon fin dal primo re fondatore Taejo: il sangue in cambio del potere. Un aspetto interessante, inoltre, è quello del turismo che sfrutta il potere mediatico per incentivare l'economia nazionale, il luoghi dove si svolgono le scene della serie vengono mostrati da vari siti con le indicazioni per raggiungerli.




La storia si svolge tra il 1457 e il 1494. Jang Geum è la figlia di Seo Cheon-Su e la dama Park, il primo un ex ufficiale del settore giuridico retrocesso a macellaio (classe sociale più bassa) che vive in clandestinità dopo essere stato espulso dal palazzo reale, la seconda dama di corte finita a lavorare nella cucina reale , scampata una sola volta alla morte in seguito ad un complotto ordito da una dama di nome Choi. Jang Geum rimasta orfana di entrambi i genitori in tenerà età, si ritrova a lavorare nelle cucine del palazzo come la madre. Durante questo periodo si impegna moltissimo per ottenere dei riconoscimenti, protetta dall'amorevole "ala" del suo mentore, la dama Han; la fanciulla dovrà sopportare le angherie di una rivale di nome Choi Geum Yeong. Apprezzata come cuoco un nuovo lutto la segnerà nel profondo, un piano della dama Choi, gelosa della protrettrice di Jang, porta, infatti, alla morte di quest'ultima e all'espulsione dal palazzo della protagonista. Il destino rimescola le carte e Jang si ritrova a svolgere le mansioni di cameriera presso l'ufficio govenrativo dell'isola di Jeju, in quel luogo avviene una svolta importante perché la donna studia medicina. Jang riesce a diventare un vero e proprio medico e la sua fama oltrepassa Jeju. Le strade della vita la riportano a palazzo, dove, benvoluta dal re, diventerà medico di corte. Il sovrano si innamorerà di lei, ma non sarà corrisposto perché Jang ha già il cuore impegnato da Ming Jung Ho.

I personaggi maschili centrali




Min Jung Ho: compagno di Jang Geum, è un ufficiale della guardia reale. Uomo estremamente intelligente, aiuterà molte volte la protagonista finendosene per innamorare, ricambiato.




Re Jungjong: 11° re della dinastia Joseon, è un individuo gentile, ma allo stesso tempo debole. Si innamorerà do Jang Geum.






Verso la fine del drama, tra intrighi di corte e problemi vari, re Jungjong si ammala gravemente, l'unico modo per guarirlo è un intervento chirurgico con una nuova tecnica appresa da Jang. Il corpo dell'imperatore, figlio del cielo, è sacro e non può essere toccato, infatti, tutti i saggi di corte sono contrari all'operazione e il re è costretto, sapendo di essere condannato ad una fine certa, a rifiutare l'operazione. Jang e il suo amato Min Jung sono costretti a vivere come latitanti. Otto anni più tardi, morto re Jungjon, Geum viene richiamata a corte dalla regina madre Munjeong, madre dell'erede al trono Myeongjong (re della XII° dinastia Joseon). Jang era felice di essere reintegrata a corte, ma decise di vivere al di fuori del palazzo per il bene della sua famiglia. Nelle ultime scene della serie  il medico di corte applicherà il taglio cesareo ad una partoriente. Non mancherà mai, da parte di Geum, la ribellione e la critica verso la società del suo tempo, chiusa nei confronti della donna e fortemente discriminatrice.



Le cronache del tempo





Ogni Nazione ha una figura femminile entrata nella leggenda, in Corea del sud ci sono molte donne che ne hanno segnato la storia, una di queste è Jang Geum. Come più volte ho sottolineato la grandezza di questo personaggio sta nel fatto che Jang si è affermata per la sua intelligenza, non perché fosse una principessa sconsolata o una regina triste. Negli annali della dinastia Joseon Geum viene menzionata per vari motivi, tra i quali l'essere accusata di aver causato la morte della regina, in seguito ad un parto (1515). Nel 1544 la dottoressa illustra ai ministri lo stato di salute del sovrano e le relative prescrizioni per la guarigione, il re morirà di lì a poco. Il titolo Dae, che vuol dire grande, non poteva certo essere attribuito ad una donna, eppure con un editto reale questo avviene per Jang divenuta, così, Dae Jang Geum.

I luoghi



La serie è stata girata in molti posti caratteristici della Corea, ma quelli che io ho trovato più affascinanti dal punto di vista storico sono stati:



Changdeokgung Palace :  designato dall'Unesco come patrimonio culturale dell'umanità, si ritrova in vari episodi. Le scene più belle sono relative alle passeggiate del re con Jang Geum. Questo bellissimo palazzo, conosciuto come "Palazzo della prospera virtù", è stato costruito tra il 1405 e il 1412 per volere di un re sanguinario della dinastia Joseon, ma questa è una lunga storia...





 Korean Folk Village : incantevole è il villaggio folcloristico presso Yongin-si, dove Jang ha dato alla luce suo figlio. Composto da 260 case tradizonali risalenti all'epoca Choson/Joseon, finemente restaurate, regala al visitatore la possibilità di respirare un'atmosfera magica. Nelle vecchie botteghe si lavorano prodotti artigianali con tecniche antiche (ceramica, bambù, ceste).


fonti: wikipedia.en, korea.net, visitkorea.or.kr

0 commenti:

Posta un commento