martedì 18 giugno 2013

Kpop: è una lunga storia...



Quando cerco di buttare giù un articolo per il blog nella mia testa inizia a rimbombare la musica, è difficile concentrarmi perché non posso tapparmi le orecchie. Questo ti succede quando sei un fan del Kpop e ami molto le canzoni e i gruppi musicali che si impegnano al massimo anche per te, ma devo spegnere  "il lettore mp3" e iniziare a scrivere.






Come tutte le forme d'arte il Kpop ha la sua storia, questa tipologia di musica non rappresenta l'evoluzione di una forma presistente, il Kpop non è passato dal "balbettio infantile" alla parola. Prima che nascesse questa bellissima musica in Corea del sud esisteva solo la musica popolare trasmessa dalle reti televisive. Non c'erano le conoscenze e gli strumenti, ad esempio, per reppare. 


Ancora non voglio salire sulle "montagne russe" della musica, invece ti faccio una domanda sciocca: cosa vuol dire Kpop? Kpop significa, semplicemente, pop coreano, ma questa sigla, oggi, ha acquisito il valore di una "carta d'identità" che identifica il Paese e l'artista coreano insieme. Il Kpop è una forma musicale costituita dall'hip hop, la musica elettronica e il rock; la sua diffusione risale al 1990 con la presenza degli artisti sulle reti televisive. 


Grazie a chi è nato il Kpop?



Il Giappone alla Corea ha negato un diritto importantissimo, in epoca coloniale, la libertà, ma la rivincita arriva dalla musica! Quando in Corea del sud si ballava ancora al suono della musica popolare, non esistevano le grandi case discografiche che conosciamo oggi, i pionieri del Kpop a bordo della "Melody Flower" sono arrivati dopo, con il loro carico di entusiasmo. Uno dei Big Father del Kpop è Lee Soo Man, fondatore della SM Entertainment, cantante folk negli anni 70, che ispirato da una band giapponese chiamata X-Japan, ha cominciato a far ruotare gli ingranaggi del suo cervello. Fondata la sua prima band, Lee Soo Man and the 365 days, di cui faceva parte, iniziò felicemente a kpoppare, ma dovette smettere quando si instaurò il Governo Chun  (1980).  Non tutto il male viene per nuocere si dice, infatti, questo fallimento forzato portò the King Master in America, per studiare ingegneria informatica, periodo durante il quale, a contatto con la musica occidentale, i suoi neuroni cominciarono a schizzare. Nel 1996, ormai, la SME era una realtà, Lee Soo lancia, non dal finestrino, la sua prima boy band, gli HOT, la forza di questo gruppo non era tanto nelle capacità canore dei suoi membri, quanto nel ballo. Proprio il ballo è la punta di diamante del Kpop, pochi sono gli artisti Jpop che sanno ballare. La morte artistica degli HOT avviene nel 2001, ma le loro ceneri sono state il concime per la fioritura di altre meravigliose "Rose di Sharon". Molti giovani grazie a loro sognarono di diventare Idol.

Il mio piccolo Idol



Ora se scrivo queste cose non cambiare canale xD... In Italia negli anni 60 le case discografiche erano conosciute dalla gente comune, molte erano fondate dai famosi urlatori, semplicemente adorati. Il signor Rossi sapeva a quale etichetta apparteneva il vincitore del Cantagiro, il rapporto tra il pubblico e tutto ciò che ruotava intorno alla musica era speciale. Premettendo che non sono, purtroppo, la nipote di Adriano Celentano, posso dire che oggi non è la stessa cosa, a dettare legge, nel mondo della musica, sono le fredde logiche di un mercato che, spesso, se ne frega dei musicisti e dei "divoratori di note". In Corea del sud ancora si riesce a respirare il profumo di famiglia nel mondo musicale, il creatore di un marchio di successo ci mette l'anima nella sua Impresa e, gli Idol, diventano i suoi figlioli. Questo accade alla YG entertainment dove, Seo Taiji, il fondatore, cerca di seguire al massimo i suoi artisti. I figli della Yg Family, definizione affettuosa, ma vero e proprio logo, spaccano lo schermo, la radio, il lettore mp3...tutto insomma!!

Seo Taiji and Boys


Sapete chi era papà Yg? Eh eh, è stato uno dei primi rappers coreani, membro della della band Seo Taiji and Boys. Ricordato come un "bene culturale" dal giornale nazionale sud coreano Korean Herald XD, quando la band si è sciolta nel 1998, papino ha fondato la Yg Family *_*. 


Uno dei motivi del successo delle case discografiche coreane sta nell'avere e conservare un proprio stile, la Yg ha la sua chiave vincente nella voglia di osare e reppare. Le canzoni coreane non avevano il coraggio di usare l'inglese, ma daddy Yg yes, perché la crudezza del rap necessita parole dal suono deciso. I cadetti dell'accademia Yg possono contare su istruttori che sono stati i maestri di stars internazionali come Michael Jakson e Willy Smith.

La dura vita dell'Hallyu Star




Un ragazzo e una ragazza che vogliono diventare Idol devono dire addio alla spensieratezza dell'adolescenza. L'etichetta di appartenenza investe molto sul giovane, che deve impegnarsi al massimo, prima del debutto può anche passare molto tempo. È necessario provare molte ore al giorno, le ragazze devono mantenere un certo peso forma e non posso assumere più di 800 calorie giornaliere. Purtroppo, può anche accadere che, prima di uscire allo scoperto, un artista debba sottoporsi ad interventi di chirurgia estetica per rispondere a determinati canoni estetici, come ho già spiegato in questo mio articolo: In Corea con la pelle di luna. È accaduto a Tiffany delle Girls' Generation e Park Boom delle 2NE1, ma nessuna lo ammetterà mai. L'idol non conduce una vita fantastica, in realtà è un po' solo, lo si può desumere da vari episodi di vita reale. Recentemente, ad esempio, la morte di Boss, il cane di Taeyang, membro dei Big Bang, ha fatto emergere tutta la sua fragilità. Twittando co i suoi fans, infatti, ha manifestato tutto il suo dolore perché Boss era il solo a fargli davvero compagnia.

Boss e Taeyang


Un pubblico a volte spietato



Jay Park
L'eccessivo legame che il pubblico sudcoreano sente con i propri Idol è, molte volte, controproducente. Il fan dimentica che la star è un essere umano, pretendendone la perfezione. L'artista deve essere incorruttibile e fedele al Paese, deve seguire le regole, tra le quali il servizio militare. Sembra un'introduzione sciocca e superflua, ma leggi un po' più avanti e capirai quello che voglio dire. Molte hallyu stars hanno sangue misto (genitori di diversa nazionalità), ma per il Paese sono solo Coreani. La reazione dei più ad atteggiamenti troppo favorevoli all'America è spietata. Tempo fa un artista coreano cresciuto in America, Joo Sung, si avvalse della cittadinanza americana per evitare il servizio militare, questo, per l'opinione pubblica, fu un vero tradimento che gli valse la fine della carriera. Altri Idol hanno rischiato la stessa sorte, Jay Park (ex componente della band coreana 2PM) scrisse sul suo blog che la "Corea è Gay" il risultato è stato l'allontanamento dai 2pm. Non gli si è chiuso completamente il mondo dell'arte, ma ha scritto una frase pericolosa. Il consiglio che mi sento di darti, caro lettore, se vuoi diventare un Idol del Kpop, è di ricordare la terza legge di Isaac Newton "ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria"...


CATEGORIA: Kpop Crazy

cr: The Korean Wave: Who are behind the success of Korean popular culture?
Master thesis by William Tuk
Leiden University, soompi forum,allkpop,kpopstarz,tumblr


4 commenti:

  1. Adoro il tuo articolo ma volevo chiederti (spero che mi risponderai anche se non credo che vedrai questa domanda) ma nel mondo del Kpop possono entrarci anche gli occidentali?Cioè ci sono idol occidentali nel mondo Kpop?Ho cercato articoli e informazioni che potrebbero rispondere alla mia domanda ma non ho trovato nulla.L'unica cosa che ho trovato non mi è molto chiara e in una domanda su yahoo dice che con kpop si intende proprio la musica pop in Corea essendo asiatici e questa cosa mi scoraggia molto.Comunque scusami se sono stata poco chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sorry per il ritardo!
      Certo che gli occidentali possono entrare nel mondo del kpop, però è una strada piuttosto tortuosa, un ragazzo italiano ci sta provando in Corea del sud, si chiama MArco Fla Ferrara, lo puoi cercare su facebook ^_^

      Elimina
    2. Scusami se leggo la tua risposta solo ora.Lo conosco credo..infatti so che doveva debuttare in un gruppo ma poi non so cos'è successo e non l'hanno più fatto.Beh,niente non è facile e per questo voglio riuscirci haha.Grazie mille ^^

      Elimina