venerdì 5 luglio 2013

Danza coreana: misticismo ed arte




La più antica menzione della danza coreana si trova nel testo cinese San Gua Zhi, questo perché la Cina ha influenzato la danza coreana durante la dinastia Koryo. Nel corso della storia le danze coreane sono state condizionate dal Buddismo e dal Confucianesimo. La caratteristica di alcune forme di danza coreana è quella di esprimere un senso di solitudine o Han , che vuol dire "grande dolore". Quando ha un valore spirituale, la danza viene eseguita in modo da tracciare un cerchio che rappresenta l'abbraccio dell'universo, per rappresentare l'abbraccio tra cielo e terra i piedi dei ballerini all'inizio son ben piantati per terra e, in seguito, iniziano a volteggiare. Le danze tradizionali coreane possono essere divise in tre tipologie, in base allo scopo: danze di corte, per rituali religiosi e danze popolari (folk). Una danza coreana aristocratica è la Jeongjae, era una forma d'arte adatta solo agli occhi della nobiltà, esprimeva una profonda lealtà nei confronti della famiglia reale.







Le danze di Corte

Le danze di corte coreane sono state unfluenzate da quelle cinesi. L'arrivo della danza cinese in Corea risale al periodo di Koryo, quando in Cina esisteva la dinastia Song. I passi delle varie danze di corte, all'epoca, erano piuttosto semplici.

I ballerini dovevano dividersi in file muovendosi avanti e indietro insieme, oppure uno di fronte all'altro. Le gambe si muovevano in sincronia con le braccia, le file si muovevano simmetricamente da sinistra a destra per poi dispedersi in 4 gruppi. I gruppi formatisi dovevano convergere insieme verso il centro. I costumi e gli oggetti di scena differivano per tema e ruolo, era necessaria, quindi, una grande varietà di capi di abbigliamento: scarpe, manicotti lunghi, cinture e diademi. Nell'ambito della corte erano richiesti oggetti particolari, data la presenza del re, come richiami ad animali mitologici quali il dragone e la fenice.

Il significato della danza

Secondo la teoria dei 5 elementi cardinali, i costumi sono stati ideati in rosso, giallo, blu, bianco e nero. Per aumentare l'effetto scenico i ballerini indossavano sopra le mani delle aggiunte di stoffa chiamate hansam. La musica delle danze di corte generalmente aveva un ritmo lento, producendo un'atmosfera solenne e magnifica. Gli oggetti hanno sempre avuto un grande legame con il nome della danza di corte. Una delle tante danze, ad esempio, è chiamata Honsondo se un vassoio d'argento appare come oggetto di scena, un'altra si chiama Posangmu se un vaso di fiori di loto appare su di un tavolo, Sonyurak se appare una barca, P'ogurak in presenza di una palla.

Differenze tra Cina e Corea


All'inizio le danze di corte seguivano regole severe. Nelle danze importate dalla Cina  vi erano dei portatori di asta che introducevano i primi ballerini che cantavano le canzoni cinesi kuo e ch'io con la pronucia coreana. Nelle vere e proprie danze coreane non esistavano i portatori di asta, i ballerini si sollevavano e abbassavano, avanti e indietro mentre cantavano. Queste distinzioni sono sfumate nel periodo Joseon perché la danza cinese e quella coreana si sono influenzate a vicenda. Tra i pezzi più amati delle danze cortigiane ritroviamo: Ch'unaengjon, Ch'uoyongmu e la Chinju Kommu (danza delle spade). Sulla danza Ch'unaengjon esistono 2 diverse leggende, una cinese e l'altra coreana.


Leggenda cinese

Una mattina l'imperatore Gaozong, della dinastia Tang, ha sentito il bellissimo cinguettio di un usignolo. Il re ordinò subito al musicista di corte, Bai Ming-da, di riprodurre con la musica quel suono melodioso. Alla musica la danza è stata aggiunta più tardi.

Leggenda coreana

Un giorno di primavera il principe ereditario Hyomyong, ascoltando il suono di un flauto, simile al cinguettio di un piccolo usignolo, seduto su di un salice, disse al musicista di corte di annotare la sua melodia. In seguito, aggiunse alcuni versi:
 
Il vento fa increspare le mie maniche di seta.
Vedo il volto della mia amata in un fiore.
La danza primaverile dell'usignolo è forse la più bella di tutte.

Il musicista di corte, Kim Ch'ang-ha, creò una danza per accompagnare il canto. La danza Ch'unaengjon rappresenta il sunto dei movimenti eleganti delle danze di corte. L'ammaliante posa del ballerino, i movimenti silenziosi e il sorriso enigmatico, si svolge tutto dinnanzi ad un fiore e rappresenta l'ideale di danza coreana. In questo tipo di danza chi balla indossa un abito di corte giallo e si muove elegantemente su di una stuoia di tessuto floreale. La musica che accompagna la danza si chiama Yongsan hoesang.

Un altro ballo di corte è Ch' toyongmu. Questa è una danza mascherata ereditata dalla tradizione cortigiana, aveva la funzone di scacciare gli spiriti maligni e veniva eseguita alla fine di ogni anno. Il ballerino indossava una tunica nera, il copricapo di un funzionario e una maschera rossa (si credeva che il rosso allontanasse gli spiriti maligni). Da un ballerino si è arrivati a 5, i colori dei vestiti dei ballerini erano il bianco, blu, rosso, verde e giallo , che riflettono il concetto dei 5 elemnti cardinali della Cosmologia (scienza che studia l'universo).

A proposito di maschere...




Nella regione di Andong , in Corea del sud, si svolge una forma di danza teatro, Hahoe byeolsingut talnori, che è davvero particolare. Originariamente, questa forma d'arte rappresentava un rituale religioso, con l'andare del tempo è diventata uno strumento di satira politica e sociale. Per eseguire la danza vengono utilizzate delle maschere che rappresentano gli steriotipi della società, ad esempio, c'è la maschera del monaco che ironizza sulla purezza dei religiosi xD. Questa danza era uno strumento per ribellarsi e criticare il potere politico. Alcune maschere venivano bruciate dopo lo "spettacolo".

Esistono 9 tipi di maschere di legno:
  • Juji: due leoni,
  • Baekjeong: macellaio,
  • Pune :giovane donna,
  • Halmi: ajumma,
  • Chung: monaco corrotto,
  • Imae: pazzo,
  • Choreangi: Imbtoglione,
  • Yangban: Nobile,
  • Seonbi: studioso,
  • Yaksi: moglie

Le maschere rendono difficile la vista, ma i ballerini sono molto abili a muoversi senza mai fermarsi. Le maschere sono fatte in modo da rappresentare bene il personaggio, gli occhi quasi chiusi del macellaio rappresentano il male,  il segno  tra le sopracciglia dello studioso è originato dallo stress per lo studio.

Le danze del tamburo







Questa classificazione di danza si basa sulla distinzone tra rituali e danze di corte, ma tiene conto di alcuni elemeni che accomunano le performance.

Danza del contadino: la danza dei contadini è una particolare combinazione di danza e musica delle bande popolari. Gli strumenti utilizzati sono un tamburo e un oboe conico, i tamburi sono piccoli e vengono fatti girare tra le mani, il movimento oscillatorio dei ballerini crea un'atmosfera briosa.

Mu go: una delle antiche danze coreane soppravissute sino a noi è la Mu go. Questa danza è eseguita da due gruppi di ballerini vestiti di verde e viola, danzano intorno ad un grande tamburo al centro della pista da ballo, si alternano percuotendolo con le Hansam (estensioni delle maniche). Un gruppo balla intorno al cerchio, come detto prima, l'altro si muove verso il bordo della pista,

Seungmu. detta danza del monaco, deriva da una danza buddista. Un ballerino si esibisce di fronte ad un tamburo, accompagnato dalle melodie simili ai canti buddisti. La danza esprime la forza di resistere alla tentazione ed il ritmo è veloce grazie alle percussioni del tamburo.

Changgochum: questa è una danza che prevede l'utilizzo di un tamburo a forma di clessidra (changgo), che può essere portato a tracolla o legato ala vita con una cintura. In questo caso l'esibizione è più complessa.

Ogomu: danza eseguita da 5 ballerini che percuotono un tamburo perfettamente sincronizzati. Il numero può anche aumentare.

Danza popolare

                                Esecuzione della danza Salp'uri


La particolarità delle danze popolari sta nel fatto che non vengono rispettati i rigidi schemi della danza di corte, eredità del Confucianesimo, i movimenti sono molto più liberi. Si tratta di una combinazione di danza religiosa e riti sciamanici. Durante le epoche antiche di Silla e Koryo i nobili partecipavano attivamente alla danza, nell'epoca Joseon, a causa dell'influsso del Confucianesimo, il nobile yangban si rifiutava di dimenarsi xD. Per questa ragione nacquero le compagnie di danza, le performance avvenivano durante cerimoniali vari.


Kanggang-Suwollae: Una danza accompagnata da una canzone popolare con lo stesso titolo. La danza è eseguita da donne vestite con bluse e gonne, i capelli sistemati con dei nastri che rappresentano la femminilità. Le donne si tengono per mano e ballano nella notte di luna piena del primo e ottavo mese lunare. Questa danza simboleggia la forza delle donne che, prima del 1950, erano chiamate dal capo villaggio a difendere il Paese dai Giapponesi.

Nogak: si dice sia stata inventata dagli agricoltori, infatti il suo nome significa "danza suonata dagli agricoltori". Viene eseguita durante le manifestazioni o gli eventi folcloristici. Serviva a supportare gli agricoltori nella loro fatica, per un buon raccolto e per scacciare gli spiriti maligni

Salp'uri:  la più affascinante e complicata delle danze popolari, destinata originariamente agli esorcismi. Viene eseguita da una danzatrice solista, la più anziana della "compagnia". Storicamente, durante l'esorcismo, lo sciamano rimuoveva il sal , la maledizione o l'energia negativa. La sua funzione è anche quella di portare la pace agli spiriti dei morti e condurli in cielo, caso particolare era, soprattutto, quello delle vedove che volevano ritrovare la pace dopo la morte dei mariti. La danzatrice indossa un abito bianco e usa un lungo fazzoletto di seta bianca.

La danza Salp' uri è divisa in 3 fasi:

  • Orunum Hyong: rilassamento controllato della tensione,
  • Poo - num yong: liberazione delle emozioni per eliminare la tensione,
  • Fase finale: la danzatrice ritorna nella posizione iniziale seguendo un movimento circolare

Il dispeghiarsi del fazzoletto rappresenta la fase della purificazione della mente, soprattutto quando accellera il ritmo della danza


La danza delle spade



La danza delle spade, Geom-mu, è un'antichissima manifestazione artistica risalente al 660 d.C., durante il regno di Silla. Basata sulla leggenda di Hwangchang. Hwangchang era un famoso ballerino di spada, talmente abile che il re di Baekje, regno nemico di Silla, lo chiamò a corte per esibirsi. Il ballerino accettò e durante la performance colpì a morte il sovrano, le guardie lo uccisero. Nel regno di Silla, per commemorarlo, nacque la danza Geom-mu. Della danza delle spade esistono due versioni, una popolare e l'altre di corte chiamata Jinju Geom-mu e danzata da una intrattenitrice professionista, la Kisaeng, simile alla figura della gheisha giapponese.

Differenze tra danza popolare e di corte:

  • nella danza popolare  la danzatrice indossa una maschera che ricorda il prode Hwangchang, nella forma cortigiana la maschera non c'è. La spiegazione è semplice: la corte Joseon vedeva Hwangchang come un pericoloso assassino, non un eroe. In aggiunta, gli spettatori preferivano osservare il belissimo volto della cortigiana che la maschera del ballerino,
  • Le spade vere sono state sostituite, per motivi di sicurezza, con spade finte chiamate kal


Abiti di scena

  1. La kisaeng idossava un vestito formato da 4 parti, simile all'uniforme ufficiale della milizia Joseon,
  2. Le altre donne indossavano un hanbok, un soprabito Kwaeja, la cintura Jeon-Dae, un berretto militare stile Jeon-Rip,

Molti critici di teatro preferiscono la danza nella forma popolare perché la maschera aiuta la danzatrice a dimenticare la propria individualità e ad immedesimarsi nel personaggio di  Hwangchang.


 La danza del ventaglio



Una delle danze più colorite ed apprezzate della cultura coreana è la  Buchaechum. Conosciuta come danza del ventaglio viene eseguita con colorati ventagli in mano. I ventagli sono rosa peonia, con dipinti fiori, farfalle e onde. Nata durante la dinastia Joseon, la  Buchaechum è un miscoglio tra riti sciamanici e danza tradizionale. Vengono usati molti strumenti.

Le danze religiose




Le danze coreane sono spesso ispirate a riti religiosi dai quali hanno creato vari capolavori. Non tutte le danze religiose tendono ad evolvere in altre forme, esistono delle danze buddiste che preservano nel tempo la loro spiritualità e sono molto caratteristiche.

Barachum (danza dei cimbali): rappresenta il voto di vivere in armonia accettando gli isegnamenti del Budda.

Nabichum (danza a farfalla): La caratteristica di questa danza è nei suoi movimeti lenti, sommessi e silenziosi. Le maniche dei monaci sono ampie e lunghe, ricordano le ali di una farfalla. Lo scopo del Nabichum è quello di riunire tutti gli dei. Invita, inoltre, tutti gli esseri senzienti, che non sono tornati in vita, a pentirsi del peccato e a ritrovare un buon karma



cramywoesterlst3838s amywoesterlst3838.  www.asianinfo  dance.lovetoknow.:
i-have-forgotten.  www.koreandance eng.koreatemple.ne  mygoguryeo  seulee.


The show must go on...

0 commenti:

Posta un commento