mercoledì 14 agosto 2013

Affari di famiglia : Schede 1 - 2






I nomi dei membri della famiglia coreana, come già accennai in questo articolo Oppa o non Oppa? , sono molto difficili da ricordare, perché la cultura tradizionale  vuole che ogni soggetto, uomo o donna che sia, venga chiamato con il dovuto rispetto. La differenziazione non si basa sul membro della famiglia, ma dipende dall'età e dalla "posizione" nel clan di colui o colei che deve rivolgersi al suo parente, nonchè dalla confidenza esistente tra i due. Per questo motivo, ho deciso di preparare delle schede numerate attraverso le quali indicherò i termini utilizzati per identificare ogni membro della famiglia, in base al grado e all'intensita del'affetto xD ( *suda*). Cercando di non scrivere fregnacce, soprattutto per rispetto di chi studia e parla la lingua, sto studiando i due sistemi di latinizzazione usati per tradurre i caratteri dell'alfabeto coreano in fonemi occidentali: quello in vigore dal 2000 e il simpaticissimo McCune–Reischauer. Della storia della lingua coreana ne ho parlato in questo articolo Hangul: follia di un Imperatore ... (sono una fan di Kuzco xD ), ma presto approfondirò il discorso, anche perché lo sto studiando. Il secondo sistema, rispetto al primo, è molto più complicato, ma garantisce una traslitterazione dei simboli eccezionale, perché rende la pronuncia delle parole più simile alla realtà. Un esempio può essere la parola mamma che in base al nuovo sistema si dice eomma, ma chiunque può rendersi conto, basta vedere i drama, che il suono non corrisponde ad eomma, ma a ŏmma, identico discorso vale per eonni ed ŏnni (sorrella maggiore per le ragazze). Se si vuole capire un po' della pronuncia tocca studiarlo xD . Spero che le mie fatiche vengano apprezzate, verifico ogni cosa non lascio al caso ... 

Se ti piace l'iniziativa lascia un commento ^_^

P.S per vedere le schede ingrandite basta cliccarci sopra. La prima l'avevo già pubblicata nella mia pagina face  haneulfacebook .


CATEGORIA: Cultura in  Pillole

0 commenti:

Posta un commento