venerdì 11 ottobre 2013

Soseono: il coraggio dell'Amore




Se a volte pensi a quanto sia affascinante la storia coreana più antica, esattamente quella dei tre regni, dimentica per un po’ la gloriosa dinastia Joseon, scommetto che immagini grandi guerrieri macchiati di sangue e pronti alla battaglia. Attenzione, non sempre la spada governa la storia, ma a guidarne il timone può essere il cuore delle donne.

Ti racconterò di Soseono, una donna coraggiosa che ha lasciato tutto per seguire un glorioso e triste destino: contribuire alla fondazione dei due regni Goguryeo e Baekje solo per amore.






Non si conosce, in base alle cronache storiche, l’anno preciso della nascita di  Soseono, l’unica certezza è che era la figlia di Yeontabal (연타발), capo della tribù Keru, una delle cinque tribù della regione Jolbon Buyeo (졸본부여), regione esistente nella zona del futuro regno di  Goguryeo. Soseono sposò Wutae (우태), il nipote di  Haeburu (해부루), re della parte settentrionale di Buyeo. L’unione fu benedetta dall’arrivo di due figli Biryu (비류) e Onjo ( 온조). Un matrimonio durato poco perché Wutae morì presto, lasciando Soseono da sola. La donna allevò i suoi due figli a Jolbon, conducendo una vita abbastanza stabile, grazie all’eredità lasciatale dal marito e al sostegno del padre. Destino ha voluto che incontrasse il futuro fondatore del regno Goguryeo, Jumong.  




Jumong  era un abile arciere, una leggenda vuole che avesse conosciuto arco e frecce all’età di 7 anni, il suo talento suscitava molta invidia tra i nobili, un esempio era il figlio del re Geumwa (금와), sovrano della parte orientale di Buyeo, sentimento che costrinse Jumong ad emigrare a sud, proprio dove abitava la nostra eroina. Nonostante Soseono fosse otto anni più vecchia di Jumong e avesse già due figli, dal precedente matrimonio, Jumong la sposò e si stabilì in maniera definitiva in quella regione. 



Questa differenza d’età mi porta a riflettere, mi chiedo se Jumong amasse veramente Soseono, oppure tenesse più alla sua fortuna, che poteva permettergli di costruire qualcosa. Su Jumong non so ancora molto quindi non vado oltre con i giudizi, però nella storia si è verificato spesso che uomini aventi come obiettivo quello di far nascere regni ed imperi abbiano sposato donne vedove, o in avanti con l’età per poter contare su un solido “gruzzoletto”. Napoleone Bonaparte, per esempio, in prime nozze sposò Marie-Josèphe-Rose de Tascher de La Pagerie, Rose per gli amici e Giuseppina per le petit caporal, che all’epoca era la vedova di Alessandro di Beauharnais, politico e generale francese del periodo rivoluzionario. Bene, Beppa non solo era vedova sconsolata, era anche madre di due figli. Napoleone, che le cronache storiche definiscono come innamorato, sfruttò forse più il cognome di lei che la ricchezza. Successivamente, ma vedi la coincidenza con Jumong, Napoleone divorziò e sposò un’altra. Mi sembra giusto dire che Beppa lo ha cornificato parecchio però … xD Non esiste solo questo esempio ce ne sono tanti altri, matrimoni interessati, ma poco interessanti per le donne abbandonate …




Ora torniamo in Corea, grazie all’aiuto della fiera Soseono e del padre di lei, Jumong riuscì a formare un’armata invidiabile e a fondare, così, sostenuto anche dal popolo, il regno di Goguryeo nel 37 a.C. Il sostegno della regina Soseono fu importantissimo, perché solo lei riuscì a mantenere l’unità tra le tribù originarie, in aggiunta, fu grazie a lei che il marito sconfisse la vicina tribù Malgal , consolidando, così, il suo potere.



 
Bel periodo quello, peccato che durò poco perché a casa sua Jumong era già sposato e, nel 19° anno del suo regno, la prima moglie, la dama Ye, insieme al figlio Yuri, arrivò a Goguryeo per reclamare il risarcimento del danno per essere stata lasciata. Jumong, crudelmente, retrocesse Seosono da regina a seconda moglie e nominò come principe ereditario del suo regno Yuri. Seosono indignata lasciò il regno Goguryeo, nel 19 a.C , insieme ai figli Biryu e Onjo, arrabbiati con il patrigno per aver preferito Yuri, per trasferirsi a sud e raggiungere Hansan.. L’obiettivo dei due giovani era di stabilirsi in nuove zone e fondare due regni, insieme a un gruppo di persone della tribù di Keru e 10 seguaci.



 

Dopo essere emigrati i due giovani si separarono, Biryu volle stabilirsi vicino al mare, si fermò, quindi, a Michuhol (미추홀). Onjo, preferì Hanam (하남), dove costruì il castello Wirye (위례) nel 18 a.C, dando vita al regno di Sipje (십제) (aiutato da 10 seguaci). La zona scelta da Biryu era orribile ed invivibile a causa dell’umidità, questo fu un tormento per il sovrano che lo trascinò fino alla morte. Successivamente, i seguaci di Biryu andarono al castello di Onjo per diventarne i sudditi, nacque, così, il nuovo regno di Baekje che significa “un centinaio di famiglie attraversarono il mare”. Mamma Soseono vide il regno di Onjo crescere, fino alla sua morte avvenuta nel 6 a.C.




Il dorama


Tra il 2006 e il 2007 la MBC trasmette un dorama di 81 episodi O_O intitolato Prince of the Legend (주몽 ). La storia è incentrata principalmemte su Ju Mong, ma ha un ruolo rilevante la figura di So Seo-No, interpretata dall'attrice Han Hye-Jin. Una serie che al'epoca ha avuto un grande successo in Corea del sud.







Questa è la storia di una delle donne che hanno contribuito alla grandezza dell’antica Corea grazie al loro amore …

cr:  KBS story



0 commenti:

Posta un commento