giovedì 20 marzo 2014

South korea: erboristeria e oltre ...



La cultura orientale è molto apprezzata soprattuto per quanto concerne la medicina tradizionale, caratterizzata dall'uso di erbe medicinali o applicazioni particolari, come l'agopuntura, per curare le malattie. In Corea, questo tipo di tecniche ha origini antiche, come dimostrano ritrovamenti costituiti da aghi di pietra e osso, utili alla pratica della medicina tradizionale, rinvenuti presso la Provincia settentrionale di Hamgyong, oggi in Corea del nord,  e fatti risalire intono al 3000 a.C





Lo stesso mito sulle origini del popolo coreano riporta che all'orso e alla tigre, i quali volevano diventare umani, fu imposto di mangiare assenzio e aglio, prodotti della terra descritti come "medicina commestibile" dal Jewang ungi (제왕운기), poema storico composto nel 1287  (nel tardo periodo Goryeo) che tratta della storia coreana da  Dangun a re Chungnyeol. L'aglio e l'assenzio non sono indicati dai testi dell'antica medicina cinese, questo dimostra che la tradizione medica coreana ha origini più antiche, forse autonome. Dall'epoca dei Tre regni in poi la cultura curativa coreana è stata influenzata dalla tradizione cinese, fatto che ha portato alla redazione di molti scritti sulla materia.  A tre medici, vissuti durante la dinastia Joseon, è stato attribuito il merito di aver contribuito allo sviluppo della medicina tradizionale, influenzata dalle popolazioni dominatrici, ma non soggiogata.


Heo Jun (1539 - 1615): medico di corte durante il regno di re Seonjo, ha scritto l'opera Dongeui Bogam (동의보감), uno dei classici della storia della medicina orientale, che divenne una guida anche per la Cina e il Giappone,


Saam (sacerdote medico vissuto intorno, non è certo, al XVI° secolo): questo personaggio ha concentrato i suoi studi sull'agopuntura, accompagnando il ricorso alla tecnica sui pazienti, ad una sorta di meditazione. Il soggetto sottoposto alla cura, ad esempio, doveva formare mentalmente un triangolo di cui il vertice era il punto di focalizzazione del dolore, l'attenzione dal vertice si estendeva agli altri punti del triangolo, attenuando la percezione della sofferenza,


Lee Je-ma: vissuto verso il XIX secolo è stato l'autore di un noto testo, risalente al 1894, intitolato "Longevità e salvaguardia della vita nella medicina orientale", che sosteneva la necessità di curare, nonostante la medesima patologia, diversi soggetti con metodi differenti. La sua teoria, 四象構造論, divideva gli individui in quattro categorie:

  • Individuo  yang superiore,  Tae-Yang (태양, 太陽人),
  • Individuo yang inferiore, So-Yang  ( 소양, 少陽人),
  • Individuo yin superiore, Tae-Eum (태음, 太陰人),
  • Inividuo yin inferiore, So-Eum  (소음,少陰人),

Secondo Lee Je - ma, le differenze tra gli individui sono basate sulla loro emotività. Oltre alla sua sapienza esiste una divertente leggenda  legata alla sua nascita xD:

Suo padre, Lee Ban Oh, era un ufficiale di governo, una sera di ritorno a casa si ubriacò con gli amici, per non incorrere nei pericoli della notte, dato il suo stato, si rifugiò in una locanda. Il proprietario della "pensione" aveva una figlia cozza, ma talmente cozza che era rimasta zitella; per risolvere il problema, la furba ugly lady, si infilò sotto le lenzuola del malcapitato funzionario, quella notte fu concepito un medico xD.





L'erboristeria si riferisce all'ultilizzo di prodotti medicinali, nell'ambito medico e nella cosmesi, a base di erbe, l'agopuntura rappresenta l'applicazione di aghi per curare dolori o patologie muscolari, la moxibustione  è costituita dll'applicazione di utensili ardenti sui punti doloranti o di pressione, l'aromaterapia, infine, riguarda l'ultilizzo di essenze.


Formazione nella medicina tradizionale


In Corea, 100 anni fa, esisteva un'Istituzione che formava gli esperti nel campo della medicina tradizionale, fu chiusa a causa dell'invasione giapponese, ma nel 2008 una realtà simile è stata istituita  all'interno della  National University di Busan. Oggi collegata con la Korean Medical Hospital and Research Center for Clinical Studies, prevede un programma didattico di 4 anni + 4, a differenza delle scuole private di formazione medica da 2 anni + 4.




 Industria, società e medicina tradizionale





La medicina tradizionale coreana, dalle tecniche di cura del corpo all'erboristeria, è presente nel commercio del Paese e oltre. La popolazione locale tiene in maniera particolare alla purezza della pelle, perché, secondo i principi dell'antica tradizione medica, la pelle è sottoposta costantemente al pericolo di malattie, causate da batteri o virus, la ricerca, soprattutto nel campo cosmetico, ha come obiettivo fondamentale quello di creare dei prodotti che formino sulla cute uno strato protettivo, avente la funzione di impedire l'entrata delle impurità nell'organismo, in modo da garantire un benessere generale dell'individuo. Ad essere protagonista assoluto della produzione cosmetica è il volto, le donne coreane hanno una particolare attenzione per il proprio viso, l'ho scritto nell'articolo sullo stereotipo della bellezza coreana, quando ho sottolineato la fissazione che hanno per il mento a forma di V, aspetto che arricchisce notevolmente "l'industria" della chirurgia estetica. Tuttavia, il volto è importante, nella storia della medicina tradizionale, non solo per un fattore puramente estetico, ma perché rispecchia lo stato fisico di un individuo, Kim Nam-il decano della facoltà di medicina della Kyung Hee University, autore del libro "Cultural History of Korean Herbal Medicinal Skin Care Products", intervistato dal Korean Herald, ha dichiarato come un cattivo aspetto del volto possa indicare un malessere dello stomaco, questo in base ad uno scitto, risalente al XVIII° secolo, del medico Hong Wook-ho, che riconosceva i problemi intestinali semplicemente osservando il volto dei pazienti.




Una delle Compagnie coreane più famose nel campo della cura del corpo attraverso rimedi naturali è la AMOREPACIFIC, che ha aperto il primo laboratoio nel 1954. Il grande successo di questo brand nasce dalla continua ricerca scientifica, volta a personalizzare sempre di più i prodotti, soprattutto per la popolazione coreana, esistono articoli, infatti, che vengono creati tenendo conto delle differenze climatiche tra le varie regioni del Paese, perché la pelle ha diverse necessità. Progresso scientifico  è una parola che impera, ma l'Azienda nel proprio sito ufficiale ricorda che:

Tutto ebbe inizio 5000 anni fa, quando i prodotti della terra della penisola coreana, come il bambù, il tè verde e il ginseng rosso, furono riconosciuti per i loro straordinari effetti curativi.


Il fondatore della grande rete comerciale, Sung-Whan Suh, ha iniziato la propria opera coltivando i prodotti della terra, che utilizzava per le formule, nei campi dell'isola di Jeju, convinto dell'ottimale predisposizione del posto, data dal clima e dal terreno. Il successo del brand ha ormai  una diffusione internazionale. La amorepacific è stata una delle guide nel settore della cosmesi naturale, ma altre importanti aziende l'hanno seguita, decretando il successo della cosmesi coreana, soprattutto per le creme sbiancanti, in tutto il mondo, grazie anche ad un ottimo rapporto qualità-prezzo.


 Un festival per ogni occasione





Una delle specialità  della Corea del sud è quella di saper dare origine ad eventi particolari per ogni tipo di segmento della cultura, anche per la medicina tradizionale è previsto un festival: il Daegu Yangnyeongsi Herbal Medicine Festival . Tutto si svolge in una delle città metropolitane più belle della penisola, Daegu, culla di modernità e tradizione; due  poli di attrazione del posto sono il mercato  di Yangnyeongsi e la Namseong-ro Road, nel quartiere di Jung-gu, conosciuta come "vicolo dei negozi dei prodotti medicinali", ossia di erboristeria e simili. Agli inizi di maggio si apre, nella strada di Namseong, un festival, che ha origini antiche, legate all'apertura del mercato di Yangnyeong nel XVII° secolo, divenuto ufficiale nel 1978. L'importanza di questo mercato era vitale nell'epoca Joseon, perché riforniva di ebe medicinali i mercanti provenienti dal Giappone, dalla Cina, dalla Manciuria e altre località.


Un turista che ha la fortuna di visitare Daegu può cimentarsi in varie attività, come : tagliare le erbe medicinali, confezionare le erbe medicinali e fare un pediluvio a base di erbe xD. Anche lo stomaco si cura con  la zuppa di pollo e ginseng o le radici di ginseng fritto XD.



Se ti interessa il makeup coreano: La storia del trucco in Corea




CATEGORIA: Cultura in Pillole






2 commenti:

  1. Un post davvero interessante! Chissà se hanno qualcosa di miracoloso anche per una pelle ipersensibile a tutto come la mia :) Forse l'ho già scritto, ma trovo questo blog davvero ben fatto! Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Grazie Ilaria el tuo commento!!
    I prodotti cosmetici coreani sono molto preziosi, sul mercato si stanno affermando con prepotenza, sono il frutto di una lunga ricerca, ma non tutti sono basati su sostanze naturali, come quelli dell'azienda AmorePacific. Comunque, se hai una pelle molto sensibile è sempre meglio farsi seguire da un dermatologo prima di fare un acquisto, tornando all'articolo ,approfondirò anche questo argomento, come altri , anche perché mi piace molto ^_^.
    A rileggerci
    ~haneul

    RispondiElimina