martedì 5 agosto 2014

India: la tradizione sulla pelle




Mehndi  è una decorazione (un tatuaggio) applicata sulla pelle, che ha durata temporanea. È una colorazione naturale proveniente da una pianta chiamata henna. Non è soltanto una forma d’arte, in realtà ha delle radici molto antiche. Infatti, il termine Mehndi deriva dal sanscrito mendhikā, parola contenuta nei testi sacri della religione induista: i libri rituali Vedici (testi riportanti la saggezza induista scritti in Sanscrito e contenenti “formule” per diversi scopi rituali).  Nelle prescrizioni dei libri vedici i segni Mehndi hanno la funzione di rappresentare una sorte di “luce spirituale”, cioè interiore. Il classico simbolo Mehndi , che rappresenta la mente, è il sole, tatuato sul palmo della mano.







Il Mehndi in Occidente è stata una pratica conosciuta alla fine del 1990, l’immagine viene realizzata utilizzando l’estratto di una pianta chiamata Henna, pertanto è temporaneo, ma naturale. La pratica di tatuarsi mani e piedi è tipica dei momenti “speciali” per le culture orientali e mediorientali. Ad esempio, in India l’Henna è applicato soprattutto durante i festival: Karva Chauth (riguardante le donne maritate in buon auspicio dei mariti), Diwali (festival che coinvolge la famiglia in diverse attività), Bhaidooj (celebrazione che lega i fratelli e le sorelle), Teej (festival che celebra l’unione tra la dea Parvati e Shiva). La parte del corpo prediletta per realizzare il Mehndi è  il palmo della mano o il piede, per questa scelta c’è una spiegazione logica: il colore della pelle in quelle parti del corpo è più scuro perché contiene un livello di cheratina elevato, in questo modo il colorante dell’henna, il lawsone, riesce a reagire chimicamente con la cheratina. Attraverso un processo chimico, chiamato Michael addition, si imprime sulla pelle dando origine ad un tatuaggio che resta per un certo periodo di tempo.


Henna
L’Henna oggi è talmente diffuso che in commercio è possibile trovare delle misture della sostanza preconfezionate. Nelle zone rurali dell’India, però, si prepara ancora naturalmente.  Dalle donne del posto le foglie dell’Henna vengono macinate e viene aggiunto dell’olio.




Quando e dove si usa il Mehndi




Il Mehndi come decorazione per il corpo ha avuto origine nell’antica India, tuttavia è molto conosciuto anche dalla popolazione araba. Ad esempio, i Mussulmani praticano il Mehndi per il raggiungimento della maggiore età. Il suo utilizzo più popolare in India è, ovviamente, durante le celebrazioni nuziali. In alcune parti del Paese anche lo sposo viene “decorato”. Nell’Assam il Mehndi viene applicato sulle donne non sposate durante il  Rongali Bihu (cerimonia che celebra l’entrata della primavera).  Nello Yemen l’Henna è applicato sulla novella sposa per la prima notte di nozze. L’Henna può essere usato anche per tingere i capelli, cosa che fanno alcuni mussulmani, seguendo la tradizione indicata dal profeta Muhammad, che invitava anche le donne ad applicarlo sulle unghie (come buon auspicio). Il Mehndi è usato in Africa, soprattutto in Somalia, per le occasioni speciali come la visita dei parenti, o i matrimoni.




Come si applica l’Henna.

L’impasto di Henna viene  applicato sulla pelle con vari strumenti: un cono di plastica, un pennello, una punta di metallo. Dopo 15-20 minuti dall’applicazione l’impasto inizia ad essiccarsi., viene inumidito con succo di limone e zucchero sul disegno affinché si crei una macchia scura. La parte del corpo interessata viene avvolta da un tessuto plastificato, oppure da un nastro medico per concentrare la temperatura corporea. L’impacco deve restare sulla pelle da tre a sei ore. Una volta rimosso, il disegno si mostra arancio chiaro, si scurisce gradualmente tra le 24 – 72 ore. L’applicazione generalmente dura un mese e si presenta sul colore bruno rossastro. Se ne può prolungare la durata applicando impacchi di oli naturali.



Festeggiamenti prenuziali in India




Il Mehndi è molto importante per le donne indiane perché crea un momento di grande gioia nella famiglia della sposa. Una vera e propria festa che può svolgersi sia nella casa della sposa che in un locale, qualche giorno prima delle nozze, può essere presente anche lo sposo, viene chiamato appositamente un artista che dipinge sulla sposa disegni molto complessi che possono nascondere il nome dello sposo, in un pullulare di danza e divertimento








Come viene preparato un Henna per una ricorrenza 





@credit contenuto: wikipedia.en

0 commenti:

Posta un commento