mercoledì 14 gennaio 2015

Tilaka: il terzo occhio


Il punto rosso che portano sulla fronte le donne e gli uomini hindù è chiamato  tilaka , Tilak o Tika  (in sanscrito : तिलक tilaka). 







Il Tilaka simboleggia il terzo occhio, ossia l'occhio della mente, ha un significato profondamente spirituale. Nell'antichità le varie raffirgurazioni delle divinità induiste mostravano sulla fronte questo simbolo, che compare anche sulle fronti di sacerdoti ed asceti. Nell'epoca moderna il Tilak è ancora presente tra il popolo Hindù, può essere fatto di varie sostanze: legno di sandalo,  vibhuti (cenere sacra derivante da un particolare tipo di legno al cui impasto viene aggiunto del latte), kumkum (polvere ottenuta da una pianta chiamata Curcuma e da zafferano),  sindhoor (cosmetico tipico dell'India che  contiene Mercurio, ad alta tossicità per non nuocere deve essere lavorato con cura), argilla e altre sostanze. L'impasto ottenuto viene applicato sulla fronte oppure più in alto quasi vicino all'attaccatura dei capelli.





Kumkum
Tra le sostanze che compomgono il Tilaka, il Kumkum è sicuramente il più caratteristico e legato con il simbolismo religioso. Proprio il Kumkum,  infatti, è spesso applicato sulla fronte, la ragione di ciò si deve rinvenire nella tradizione hindù secondo la quale il corpo umano è suddiviso in sette vortici di energia chiamati chakra, cominciando dalla base della spina dorsale e terminando nella testa. Il sesto chakra, situato sulla fronte, tra le sopracciglia, viene definito come il "Terzo Occhio" ed è considerato come il punto di collegamento tra lo spirito umano e il divino.  Pertanto, il punto della fronte è considerato sacro.  Il simbolo si pensa abbia  una funzione curativa e protettrice dagli spiriti maligni.





Come si presenta il Kumkum

L'applicazione del simbolo sacro, ricavato dal Kumkum, non rappresenta sempre un punto rosso. Infatti, i seguaci di Vishnu portano sulla fronte due linee bianche intersecate da una striscia rossa. Le linee bianche rappresentano l'impronta del dio e la striscia rossa il suo legame con la consorte divina Lakshmi. I seguaci di Shiva usano un simbolo complesso costituito da tre strisce orizzontali, una linea verticale e un cerchio nel mezzo.



Tradizione popolare

Quando una donna sposata o una giovane ragazza visitano una casa, in segno di rispetto e benezione, viene applicato sulla loro fronte il  kumkum, prima che lascino l'abitazione. Nel sud dell'India quando una donna sposata entra in un tempio, applica sul proprio collo un punto non rosso, ma giallo, che simboleggia il matrimonio. Nella maggior parte dell'India, comunque, è uso applicare il simbolo sacro sulla fronte, in un tempio, sia per le donne che per gli uomini. In generale è applicato dalle donne tutti i giorni.



Tilaka e divisione in caste

Ogni casta, secondo la religione induista ha un tilaka diverso:






  • Brahman tilak - Urdhapundra: due linee verticali sulla fronte;
  • Kshatriya tilak - Ardhachandra: mezza luna con un tondino al centro;
  • Vaishya tilak - Tripundra: Tre archi con linee verticali e cerchio;
  • Shudra tilak - Partal: Semplice segno circolare;



Altre tipologie di Tilaka


  • Sri Tilak di Rewasa Gaddi;
  • Ramcharandas Tilak;
  • Srijiwaram ka Tilak;
  • Sri Janakraj Kishori Sharan Rasik Aliji ka Tilak;
  • Sri Rupkalajee ka Tilak;
  • Rupsarasji ka Tilak;
  • Ramsakheeji ka Tilak;
  • Kamnendu Mani ka Tilak;
  • Karunsindhuji ka Tilak;
  • Swaminarayan Tilak;
  • Nimbark ka Tilak;
  • Madhwa ka Tilak;


Tilaka e Bindi



Il Tilaka  è conosciuto anche come Bindi, quest'ultima denominazione ha un'accezione meno spirituale. Il significato è il medesimo, ma il Bindi appare più come un ornamento. La parola Bindi significa "piccola particella"  e deriva dal Sanscrito Bindu. Il motivo per il quale questo puntino colorato viene applicato sula fronte è da rinvenirsi nella sua natura di "occhio della mente", applicare il Bindi pare agevoli la concentrazione, perché in esso si convogliano le energie spirituali. 







Il Buddha in meditazione viene raffigurato con un Bindi sulla fronte nel punto dove è collocato, secondo le credenze religiose, il sesto chakra. In questo contesto il simbolo assume la chiara funzione di contribuire al raccoglimento.









Applicare il Bindi

Applicare un Bindi sulla fronte non è molto semplice, pochi riescono ad ottenere un cerchio perfetto semplicemente facendo pressione con il dito. Nella maggior parte dei casi si  utilizza un disco con un foro al centro. All'interno del foro si applica un collante che poi verrà riempito con il Kumkum. Oggi, tuttavia, esistono Bindi già preconfezionati, ossia autoadesivi da indossare con facilità. Il simbolo può essere arricchito da gioielli e pietre preziose.







Fore di Zafferano                            Pianta di Curcuma




@credit contenuto: en.wikipedia

0 commenti:

Posta un commento