giovedì 22 ottobre 2015

La famiglia tradizionale cinese




Tempo fa ho scritto un articolo attraverso il quale ho condiviso quello che ho imparato, studiando fonti e documenti video, sulla famiglia coreana tradizionale, visione forse un po’ ipocrita dei rapporti tra le persone, ma che, nel bene e nel male, bisogna accettare. La famiglia cinese, secondo i modelli storici, non discosta molto dalla struttura del nucleo coreano, soprattutto a danno della donna.







Secondo gli studiosi dell’antica Cina, esisteva un forte legame tra il potere dello Stato, inteso come ordine, e la “compattezza” del nucleo famigliare;  moglie e figli erano i sudditi sottomessi di un padre padrone,  così come per il sovrano. Lo Stato cinese aveva tutto l’interesse a garantire che un gruppo famigliare non si sfaldasse mai, condizionando la vita dei sudditi con  norme che disciplinavano l’adulterio come un reato; lo stesso, se lo avesse commesso una donna, anche se perdonata dal marito, ne avrebbe comportato, come conseguenza, l’isolamento sociale, destino che toccava a chiunque avesse disfatto la propria famiglia. I magistrati locali, secondo le direttive imperiali, dovevano adoperarsi quanto il più possibile per mantenere una società unità, l’imperatore, chiamato ad occuparsi di controversie sociali, poteva decidere di astenersi dal giudicare, per mantenere unito un gruppo famigliare, in modo che non prendesse il sopravvento il "luan", cioè il disordine. 




images-fast.digu.com

Quale era la situazione della donna?


In un mio articolo sulla condizione delle donne nella storia coreana, ho sottolineato come, con l’affermarsi dell’epoca Joseon, il ruolo della donna, che nei 3 regni era stato fondamentale per lo sviluppo della società, si riduca a meno di niente;  medesima situazione coinvolge la donna cinese. Per la donna cinese era raro convolare a giuste nozze, il matrimonio era quasi un dovere, come nelle tradizioni coreane, poteva diventare un affare per le famiglie.


Una volta formata la famiglia con il marito, alla moglie cinese toccava il silenzio, se voleva vivere in pace la propria esistenza, non lamentarsi era un obbligo. La donna non doveva tradire la “dolce” metà, ma , al contrario, le era imposta in casa la presenza di una seconda donna, una concubina, e doveva sopportare che i propri figli la chiamassero madre. Infatti, la famiglia cinese era monogama, una sola moglie, ma varie amanti.




Oggi la donna in Cina ha più opportunità, anche nelle zone rurali, non deve vivere come serva nella casa della famiglia del marito, può pensare al proprio futuro lavorando al di fuori del contesto famigliare, il suo ruolo è importantissimo nell'ambito di strutture come un agriturismo, dove la donna imprenditrice interagisce col pubblico più  del marito.




I figli e il padre



Il simpatico Confucio è stato l’ideatore del concetto di pietà filiale, in base al quale i figli devono obbedire ciecamente ai genitori perché  da essi accuditi e protetti. In realtà, nell'antica Cina, non si trattava di semplice obbedienza, da quanto scritto dallo statista inglese Sir John Barrow, nel XVIII° secolo, erano proprietà del genitore, che, all'occorrenza, poteva anche venderli come schiavi, essere costretti ad un matrimonio combinato , quindi, era il male minore. In età moderna il figlio cinese sicuramente vive meglio, ma, questi retaggi culturali, comportano che i genitori esercitino ancora una notevole pressione sui figli per quanto riguarda sfere delicate come la scelta del partner, o quella del proprio futuro, che il ragazzo deve guadagnarsi con il duro lavoro, sia nello studio, che in altri settori. Se il figlio, in epoca moderna, sceglie una strada diversa da quella indicata dai genitori, non sarà punito, ma nemmeno sostenuto, nella maggior parte dei casi. Questo è quello che raccontano i mass media, per quanto concerne la società della Cina, non riguardando la sfera degli immigrati cinesi in altri paesi.





La legge del figlio unico

Fino a poco tempo fa in Cina vigeva una legge in base alla quale  le famiglie non potevano avere più di un figlio, causa controllo elle nascite, con un’unica eccezione concessa nel caso in cui il primo figlio fosse stata una femmina, soprattutto nelle zone rurali dove serve forza lavoro. Dal 2015 il Governo ha concesso alle famiglie cinesi la possibilità di mettere al mondo due pargoli, ma la risposta del popolo non è stata positiva, il problema principale, che spinge le giovani coppie ad optare per il figlio unico è quello di natura economica, gli studiosi mettono in rilievo come questa scelta comporti il rischio dell’invecchiamento della popolazione.



Il piccolo lord



La legge del figlio unico ha avuto un effetto collaterale, non tanto nelle famiglie del ceto basso, ma, soprattutto, per quelle ricche. Ogni figlio unico della famiglia benestante, in Cina, è stato cresciuto come fosse un principe, soffocato dalle attenzioni di nonna e madre. Di questa problematica si discute molto nel web, vengono riportate, dagli internauti, esperienze nelle quali i ricchi ragazzi cinesi, ospitati per soggiorni all'estero, non fossero in grado di provvedere a se stessi, in atti semplici come cucinare o disfare le valigie. A volte il rapporto morboso tra madre e figlio viene sottolineato nei dorama coreani, soprattutto quelli risalenti al 2008, dalle sceneggiature meno impegnate di quelli odierni, ma più legati alla realtà della quotidianità orientale.



La politica cinese del figlio unico, in sintesi, ha creato, a detta dei giornalisti di “The Guardian”, 3 tipi di individui :



  • Quelli talmente coccolati da non essere in grado di vivere autonomamente,
  • Quelli cresciuti all'estero, che hanno sempre passato la vita a prepararsi per il futuro,
  • Quelli che si sono impegnati, ma hanno avuto un’esistenza felice ed equilibrata



Quando un figlio unico, Cinese originale, va a studiare all’estero, si scontra con la realtà della vita occidentale, cosa che più lo sorprende , secondo i racconti di molti blogger, è il fatto che gli amici inglesi abbiano dei fratelli.




La famiglia cinese e l’abitazione






La classica famiglia cinese vive all’interno di una casa delimitata da un cortile con una sola “apertura” ed un laghetto, chiamata siheyuan, caratteristiche di Pechino, capitale della Cina, “si”  nel linguaggio cinese significa 4, si tratta di un riferimento ai 4 punti cardinali: est, ovest, nord e sud. Almeno un tempo, all'interno di queste strutture convivevano più famiglie, oggi è possibile trovarne ancora, ma sono più rare. Le  siheyuan  sono separate da vicoli stretti, chiamati hutong, numerose abitazioni  sono state demolite e le vie bonificate, in quanto malsane, negli anni 80. Alcuni utenti, nei commenti sul documentario della BBC, che parla della famiglia cinese, hanno scritto che di queste abitazioni ne esistono ancora molte.


Chi ancora vive all'interno di una casa tradizionale si ritiene fortunato, come la una nonna del filmato, che era grata per questo privilegio perché amava stare con tutta la famiglia, “quando un membro ha bisogno di aiuto, accorrere  non è un problema”, dice sorridente. Le nuove generazioni, come avviene anche in Corea del sud, preferiscono gli appartamenti.



Piccola curiosità:




In molti filmati riguardanti l’estenuante @.@ matrimonio coreano tradizionale, ho notato che lo sposo porta sulle spalle la novella moglie, stessa cosa nella tradizione cinese. Il significato di questo gesto è semplice, il marito dimostra di essere forte … 






Albero genealogico cinese



Padre = bàba 爸爸 / (fùqīn )
Madre = māma 妈妈 / (mǔqīn )

Nonno paterno = yéye 爷爷 / (zǔfù 祖父)     
Nonno materno = nǎinai 奶奶 / (zǔmǔ 祖母)

Nonna paterna = wàigong 外公 / (wàizǔfù 外祖父)
Nonna materna = wàipó 外婆 / lǎolao 姥姥 / (wàizǔmǔ 外祖母)

Zio paterno (fratello maggiore del padre)  = bóbo 伯伯/ bófù 伯父
Sua moglie = bómǔ 伯母
Zio paterno (fratello minore del padre) = shūshu 叔叔
Sua moglie = shěnshen 婶婶
Zio materno = jiùjiu 舅舅
Sua moglie = jiùmā

Zia paterna = gūgu 姑姑 / gūmǔ 姑母
Suo marito = gūfu 姑父 =
Zia materna = yímǔ 姨母 / yí
Suo marito = yífu 姨父

Cugino maggiore maschio = tánggē
Cugina femmina maggiore = tángjiě 堂姐

Fratello maggiore  gēge
Sua moglie =  sǎozi 嫂子

Nipote maschio per fratello = zhízi 侄子
Nipote femmina per fratello = zhínǚ 侄女

Sorella maggiore = jiějie 姐姐
Suo marito = jiěfu 姐夫

Marito = lǎogong 老公 / zhàngfu 丈夫
Moglie = lǎopó 老婆 / qīzi 妻子 / tàitai 太太 / fūrén 夫人

Figlio = érzi 儿子                            
Nuora =  érxífu 儿媳妇
Nipote femmina (figlia del figlio) = sūnnǚ
Nipote maschio (figlio del figlio)=  sūnzi         

Figlia = nǚ'ér 女儿                         
Genero = nǚxu 女婿
Nipote femmina (figlia della figlia) = wàisūnnǚ
Nipote maschio (figlio della figlia) = wàisūn 外孙
               
Fratello più giovane = dìdi 弟弟
Sua moglie = dìmèi 弟妹 / dìxí 弟媳

Sorella più giovane = mèimei 妹妹
Suo marito = mèifu 妹夫

Nipote maschio per sorella = wàisheng 外甥
Nipote femmina per sorella = wàishengnǚ 外甥



Cugino maschio più piccolo = biǎodì 表弟 =
Cugina femmina più piccola = biǎomèi

Famiglia materna = wài




crediti: mynewlifeinasia.blog, the guardian. BBC documentary, 
            tradition cultural china, edition.cnn







0 commenti:

Posta un commento