lunedì 4 luglio 2016

Jiāorén: la sirena dalle lacrime di perla






Le sirene cinesi vengono chiamate 鲛人 (jiāorén), queste splendide creature, in base alle fonti, hanno fattezze simili a quelle delle fanciulle acquatiche descritte nelle fiabe occidentali, metà donne e metà pesci, quindi la coda è la stessa. Secondo il mito sono delle creature dalle incredibili capacità come tessitrici e quando piangono le loro lacrime diventano perle.





Si fa menzione delle jiāorén in due opere antiche:

- La ricerca del soprannaturale ( 搜神记 );
- Racconti delle meraviglie ( 述异记 )


L'ultimo lavoro è stato scritto da Ren Fang (460—508), che , in maniera molto dettagliata, riporta che il tessuto prodotto dalle sirene cinesi si chiama "Filato di drago" ( 蛟绡纱 - jiāo xiāo shā ), venduto dalle stesse ai mortali, in un mercato che per gli umani era una sorta di miraggio, il filato aveva un potere particolare, non si bagnava mai. Nella letteratura cinese questo tessuto viene citato come una sorta di vello d'oro , manto mitologico.


Quale sorte avevano le sirene cinesi?


Le sirene cinesi non avevano un destino migliore di quelle occidentali. In una leggenda contenuta nella "Naturalis Historia - 博物" , una sirena, uscita dal mare, ospitata da una famiglia umana ed aiutata a vendere il filato, per sdebitarsi piange per i suoi salvatori lacrime che poi diventano perle, ma non c'è traccia di amore a lieto fine.


crediti immagini: google, world.taobao.com

0 commenti:

Posta un commento