giovedì 11 agosto 2016

Shekhawati: le case dei mercanti

Mandawa, Shekhawati

Un tempo in India, nella regione Shekhawati, nel deserto Thar del Rajasthan, erano concentrati i sontuosi palazzi, haveli, di ricchi mercanti. Oggi, di quello sfarzo resta solo un malinconico ricordo, testimoni i bellissimi affreschi, corrosi dal tempo, che si stanno sgretolando.




Mandawa, Shekhawati


Shekhawati è stata fondata dal capo dei Rajput ( Il Rajput è uno dei maggiori gruppi della casta induista Kshatriya ) nel 15° secolo, ma la sua prosperità è esplosa nel 19 ° secolo.


I motivi per cui i ricchi mercanti, Marwari e Bania,  decidevano di stabilirsi in questa zona dell'India erano due:


  • le tasse non molto elevate;
  • la posizione strategica, perché vicina ai mercati di Jaipur e Bikaner;

Le merci vendute erano soprattutto l'oppio, il cotone e le spezie.


Dal 1820 in poi, l'importanza di Shekhawati come polo commerciale iniziava a venire meno, perché i mercanti preferivano alle carovane il commercio marittimo,  concentrando, quindi, la loro attenzione su Bombei e Calcutta,  ma nella regione mantenevano le ville lussuose,  testimonianza della ricchezza.


A ciascuno il proprio spazio


Mandawa Haveli, Shekhawati


Gli haveli sono sontuosi palazzi che possono raggiungere i due piani, tra loro avevano architetture simili con un grande cortile centrale che si divideva su varie aperture, che davano su spazi destinati ai vari abitanti della casa:

  • Un ambiente  per gli uomini e i loro "affari";
  • Un ambiente per le donne,
  • Un ambiente per la cucina;
  • Le stalle per gli animali;


Il commerciante vanesio


Décor d'une Haveli de Mandawa


I ricchi epuloni  ( personaggio biblico ) volevano abbellire il più possibile le dimore, in modo da sfoggiare la propria ricchezza, per questo commissionavano agli artisti la realizzazione di affreschi, in tutti gli ambienti, ispirati a quelli realizzati per volere dei sovrani del gruppo sociale Rajput di Jaipur in Amer Fort. Molti lavori riportavano avvenimenti della mitologia induista riguardanti Mahabharata e Ramayana, soggetti più semplici, ad esempio floreali, si sono diffusi nel 19° secolo. Da singole ville, nacquero bellissimi centri abitati,  colorati dall'arte dei pittori indiani.



L'Europa che cambia l'arte

pahelwaan, mandawa


Quando i mercanti, proprietari degli haveli, intrapresero il commercio con gli europei, i soggetti degli affreschi in queste palazzine cambiarono drasticamente, venivano dipinti, ad esempio :

  • la regina Elisabetta;
  • Gesù nel vangelo;
  • angeli cherubini,
  • macchine a vapore ;

questo sono solo alcuni esempi ...


Un sogno svanito

Mandawa Haveli, Shekhawati


La regione di Shekhawati è stata abbandonata quando gli interessi dei potenti si sono concentrati nelle ricche metropoli di Bombay e Calcutta, non tralasciando l'Estero. Determinante è stata la costruzione del canale di Suez, che ha modificato le rotte commerciali via terra , annullando l'interesse strategico per il territorio.Nuova speranza per il recupero di queste meraviglie è data dalla possibilità di trasformarle in musei e hotel per il turismo ...


Fonte: BBC.TRAVEL

0 commenti:

Posta un commento